EN
open open WineBoardEducational EN
Slide
Slide
Slide
Slide
Slide
Slide
Slide

Agrishop

A partire dal successo del festival Collisioni che si svolge annualmente ogni Luglio a Barolo, con 100 mila presenze stabili ogni anno distribuite nei quattro giorni del festival, e la presenza di decine e decine di regioni italiane, con brand nazionali coinvolti nel programma wine and food dell’evento, Collisioni è arrivato ad esportare la sua formula peculiare Agrirock in tante importanti regioni italiane, costruendo eventi che abbinano cultura, musica ed enogastronomia, alta cucina e grandi tradizioni del vino del nostro Paese, che hanno coinvolto i maggiori consorzi del vino e del food a livello nazionale.

La formula Agrirock è stata portata in tour dalla Sicilia alle Marche, al Friuli… E sono sempre più numerose le regioni, aziende e partner che hanno sposato questo brand, riconoscendolo come vincente e innovativo. Nel 2017 Collisioni, insieme ai suoi partner piemontesi e alla Regione Piemonte, ha deciso di affrontare una nuova sfida e di sostenere importanti investimenti al fine di creare un nuovo progetto: la creazione di tre punti stabili di comunicazione, promozione, story-telling e vendita dei grandi prodotti dell’enogastronomia piemontese. Grazie alla sinergia con le istituzioni regionali e all’intervento del designer, conosciuto a livello internazionale, Daniele Lago, sono nati tre spazi dedicati all’incontro col turista e alla sua formazione al gusto e alla conoscenza dei grandi prodotti del Piemonte in due punti strategici:

Agrishop Barolo e Agrilab - presso il cortile interno del castello di Barolo (oltre 300mila visitatori annuali). Due punti espositivi e di narrazione dedicati in modo specifico al turista straniero, dove il design di alto livello incontra l’eccellenza dei prodotti della nostra regione, raccontati in modo nuovo, spiegati al visitatore a scopo di vendita diretta, raccolta dati e promozione. Alla scoperta dei sentieri del vino, della storia dei prodotti enogastronomici di eccellenza, delle grandi tradizioni dei territori agricoli della regione.

Agrishop Torino International Airport Caselle – presso l’area duty free dell’aeroporto di Torino (4milioni e 200mila passeggeri previsti solo per il 2017)

Agrishop Turin International Airport

L'aeroporto di Torino Caselle è una delle porte con cui il turista o l'uomo d'affari entra in Piemonte prima di raggiungere le sue destinazioni di vacanza e i suoi meeting di lavoro. È allo stesso tempo una porta di uscita dal Piemonte, l'ultima immagine della regione che saluta con gli occhi prima di riprendere il volo e tornare a casa, ricordandosi improvvisamente - come tutti facciamo in viaggio - di aver dimenticato un regalo tipico per un proprio caro, e attardandosi in quell'ultimo avamposto nell'attesa di consumare l'ultimo pasto in Piemonte. Dopo un periodo di crisi degli aeroporti regionali, Torino Caselle è oggi in costante crescita con l'aggiunta di nuove rotte e nuove attrattive per i viaggiatori. Il progetto Agrishop Piemonte viene rafforzato con la creazione dell’Agrishop Torino International Airport Caselle presso l'aera duty free partenze/arrivi dell'aeroporto non vuole essere un semplice show-room di prodotti enogastronomici, e nemmeno esclusivamente ristorante o wine-bar, ma piuttosto l’unico punto di promozione dell'eccellenze regionali, un luogo in cui dialogare con il turista, fornirgli informazioni, raccontargli i grandi vini e i grandi prodotti food della tradizione regionale, ma anche ristorarlo con i patti tipici o con un assaggio di grandi vini. Il dialogo con il turista avverrà grazie a personale formato e multilingua dedicato alla promozione e al racconto dei prodotti e paesaggi. Il personale di Agrishop riceverà un training dai nostri partner così da poter meglio comunicare con competenza e personalità i tesori enogastronomici della cultura materiale piemontese. Infatti la vera vocazione del progetto risiede proprio nella divulgazione e nello story-telling.

Agrishop Barolo

Agrishop Barolo è un progetto di promozione dei prodotti agricoli, dei paesaggi del Piemonte, delle località turistiche e delle storie dei territori. È situato all’interno di un edificio di design, con un’ampia vetrata che affaccia sul cortile del Castello, epicentro del turismo a Barolo (più di 300mila visitatori all’anno). Il locale è composto da un ristorante dotato di cucine professionali dove il turista potrà desinare, un’area show-room per l’esposizione, il racconto e la vendita dei prodotti a vetrina e nei numerosi spazi espositivi interni dedicati alla promozione e al racconto dei diversi territori piemontesi, due salette ideali per cene private ed eventi speciali, e un’area educational dove l’addetto alla comunicazione con il turista potrà proporre degustazioni di vino e pietanze, suggerire itinerari, raccontare i prodotti, utilizzando lo schermo led alle pareti e gli altri supporti. Tale progetto è stato ideato in un luogo simbolo del turismo e dell’enogastronomia piemontese per raccontare l’intero paniere di eccellenza enogastronomica della regione e per migliorare e potenziare ulteriormente l'offerta didattica, promozionale e di intrattenimento per le centinaia di migliaia di turisti stranieri che ogni anno scelgono la meta di Barolo per immergersi nella cultura del vino e del food piemontesi. La vera vocazione del progetto risiede proprio nella divulgazione, nello story-telling al pubblico e nella possibilità di sfruttare l’afflusso turistico della zona patrimonio Unesco, come momento di promozione specifica dei grandi prodotti della tradizione regionale, e dei luoghi topici del turismo, dei monumenti storici, delle regge reali, dei paesaggi naturali e della produzione agricola piemontese. Presso il punto sono previste attività di degustazione con tasting di vini, mescita, assaggi di dolci, formaggi e tanti altri prodotti del nostro territorio, seguite del personale multilingua di Agrishop addetto al dialogo con i turisti, al racconto e allo story-telling.